Ip Man

Wing Chun  

Click here to edit subtitle

Scuola

Affrontare una disciplina orientale, per un occidentale, è come ricomporre un puzzle: ricostruire l'insegnamento del compianto Grandmaster Ip Man lo è ancor di più se si considera il boom mediatico e il conseguente frazionamento in lignaggi. Da uno scritto di Ip Ching, figlio di Ip Man (My father Ip Man), possiamo individuare le caratteristiche fondamentali dell'insegnamento di Ip Man in: 

- grande attenzione nella selezione degli allievi con maggior talento (Ip Man era solito dire: “non c'è dubbio che è difficile per un discepolo  selezionare un insegnante, ma è ancora più difficile per un insegnante selezionare un discepolo”); 

- grande rigore nell'ottenere risultati dagli allievi (apprendere bene le basi prima di proseguire lo studio); 

- profonda analisi dello studente (struttura fisica, attitudini mentali, educazione pregressa, ecc.); 

- grande importanza alla sperimentazione mediante sparring o dimostrazioni (allenamento esperienziale); 

- norme di condotta morale come parte integrante dell'insegnamento (Ip Man pur sostentandosi col Wing Chun non pubblicizzò mai la sua scuola).
Nonostante la realtà odierna pulluli di corsi iperarticolati e percorsi formativi demarcati da numerose cinture e gradi (spesso con finalità prettamente commerciali), l'aspetto che caratterizza il Wing Chun tradizionale di Ip Man sembrerebbe più l'assimilazione dei principi alla base della disciplina, piuttosto che le tecniche fine a sé stesse. Questo è uno dei motivi per cui, all'interno del sistema di arti marziali di Sifu Luca Ortelli (L.O.M.A.S.), il Wing Chun tradizionale di Ip Man viene assunto a modello didattico per l'insegnamento del Kung Fu marziale. Il sistema, ideato sulla base di un'esperienza decennale nel Wing Chun, è stato creato, appunto, per illuminare meglio i principi che stanno alla base dei migliori sistemi storici di autoconservazione e di difesa personale (sia orientali che occidentali).


Sifu Luca Ortelli vanta una pratica decennale del Wing Chun, dapprima a Pesaro con Sifu Alessandro Dini presso la scuola di Sifu Michael Fries, in seguito direttamente con Sifu Sergio Maffii (Prato), maestro del suo maestro. Attualmente ha concluso il suo apprendistato con Grandmaster Samuel Kwok e con Grandmaster Wing Keung Chan (genero di Ip Ching) nel sistema creato da Ip Man.

Pur restando fedele alla disciplina principale (Wing Chun), i suoi interessi spaziano dallo Yoga, al Qi-gong, alla Bioenergetica e a Nova Scrimia presso cui ha studiato, praticato e testato la scherma di bastone e di ‘spada a doy mani’, direttamente col suo fondatore, Graziano Galvani.